Mercoledì 11.02.2015 è andata in onda sulle frequenze della RSI/Retedue, la trasmissione Geronimo Letteratura dal tema “Palestre di vita”, a cura di Letizia Bolzani.

Dal sito riportiamo:

Sport e libri per ragazzi: un binomio felice. Non solo perché con storie che parlano di sport si agganciano anche i lettori più riluttanti (soprattutto maschi, e soprattutto grazie alle storie sul calcio), ma anche perché le storie di sport si prestano perfettamente a simboleggiare la vita. In particolare il percorso di crescita degli adolescenti: accogliere le sfide, allenarsi per migliorare, saper incassare un fallimento, imparare a rialzarsi. E non mollare i propri sogni.

La letteratura per ragazzi contemporanea è ricca di serie sui vari sport (dalla pallavolo, al basket, alla ginnastica ritmica, oltre naturalmente al calcio), ed è ricca di ottimi romanzi che ci presentano lo sport come occasione di crescita, specialmente in situazioni di profondo disagio: uno di questi è il recente romanzo di Luigi Garlando intitolato ‘O maé. Storia di judo e di camorra (Piemme), ispirato alla palestra di Gianni Maddaloni a Scampia, in cui tanti ragazzi hanno trovato e continuano a trovare un futuro di speranza. Luigi Garlando sarà ospite di questa puntata, insieme a David Conati, autore de Il campione che sarò (Raffaello Ragazzi).

Per ascoltare la trasmissione clicca qui